«Inesauribili superfici». In evidenza

Scritto da

Sabato 28 aprile alle ore 20.30 e domenica 29 aprile 2018 allo Studio Foce il gruppo di teatro del Liceo cantonale di Lugano 1 mette in scena il suo ultimo spettacolo dal titolo «inesauribili superfici».

Come si intrecciano le esistenze nelle città dei nostri giorni?

Gli allievi e le allieve di teatro del gruppo del Liceo di Lugano 1, aspiranti attori e attrici, nel laboratorio teatrale hanno scoperto e discusso la loro città, dapprima interrogandosi sulla loro presenza e sul loro ruolo in essa e poi mettendosi in relazione con gli altri e con la città. Le tubature dell’acqua sono pozzi di vita che raggiungono ogni unità abitativa? La città è vita? È composta di elementi vivibili e invivibili? E di elementi visibili e invisibili? I rubinetti sono il risultato visibile di un sistema invisibile che permette la vita? E qual è il valore di individui che vivono di acqua? L’individuo e le comunità sono visibili o invisibili? Le comunità quali sono?

A partire da considerazioni sull’intersezione fra le dimensioni reali e virtuali del vivere cittadino, gli allievi/attori hanno raccolto e creato immagini e parole, con cui presenteranno le loro scoperte in un mondo fisico e reale, quello del teatro Foce,

sabato 28 aprile alle ore 20.30

e

domenica 29 aprile alle ore 18.00

Attori:

Matilde Armandola, Ella Arnold, Larissa Bison, Dalila Bocchi, Silvia Carcano, Sofia Christofordis, Kathryn Coppola, Sofia De Angelis, Ilaria Dos Santos, Fabiola Ferrara, Perside Fraccaroli, Arturo Franken, Elisabetta Guglielmetti, Poul Erik Jelmoni, Simona Kaufmann, Artemisia Liverieri Lavelli, Angelica Persil, Gaia Stauffer

Regia: Lea Ticozzi

Fotografie: Michou Manzolini

 

 

Letto 663 volte
Altro in questa categoria: « "Antigone" di Sofocle